Il boom economico sulle rivise degli insegnanti: uno sguardo alle pubblicità

  • Maria Cristina Morandini Università degli Studi di Torino
##plugins.pubIds.doi.readerDisplayName## https://doi.org/10.4454/rse.v4i2.66

Abstract

Il contributo intende focalizzare l’attenzione sul periodo del boom economico in Italia attraverso l’analisi dei messaggi pubblicitari apparsi, tra gli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento, su alcune delle principali riviste che, rivolte agli insegnanti, sono espressione di differenti orientamenti religiosi e culturali: «Scuola Italiana moderna», legata ai circuiti cattolici bresciani e «I diritti della scuola», autorevole interprete degli ambienti laici d’ispirazione democratico-radicale. È interessante notare come, in entrambi i casi, la nuova generale tendenza al consumo sia presente in maniera significativa, sotto il profilo quantitativo, in una logica che spazia dalla proposta di generi alimentari ai prodotti per l’infanzia con specifico riferimento ai concorsi a premi indetti dalle grandi aziende nazionali; dagli articoli di salute e bellezza ai capi di vestiario, agli accessori di lusso; dall’arredamento agli elettrodomestici secondo il sistema della vendita rateale. Non è escluso nemmeno il materiale didattico come testimoniano le numerose pubblicità relative all’acquisto di filmini e proiettori, di penne stilografiche e pastelli, di dischi e mappamondi.


Nei redattori del giornale cattolico si avverte la preoccupazione e la volontà di favorire un approccio consapevole ed equilibrato nei confronti del progresso come si evince dalla presenza di una serie di rubriche fisse in cui vengono dati, in modo sobrio e misurato, consigli sulla moda e sulla riorganizzazione degli spazi domestici anche sotto forma di risposta a specifiche domande rivolte dalle lettrici.  


 


 In this article, I focus on the Italian economic boom of the 1950s and 1960s via analysis of the advertising messages featured in two leading contemporary journals for teachers that were representative of distinct religious/cultural perspectives: «Scuola Italiana Moderna», linked to Catholic movements based in Brescia and «I diritti della scuola», a publication informed by the thinking of secular radical-democratic circles. It is interesting to note thea, in both cases, the new general emphasis on consumption was strongly reflected in both the quantity and variety of products advertised, which ranged from foodstuffs to baby care items, with advertising campaigns often based on competitions run by leading national producers; from healthcare and beauty products to clothing and luxury accessories; from furniture to electrical appliances offered via hire purchase plans. Now were taeching materials overlooked, as borne out by the large number of ads for flims and projectors, pens and markers, records and globes.


The editors of the Catholic journal displayed a concern with fosteringo a mindful and balanced approach to assimiliting progress, as borna out by a series of regular columns offering sober, down-to-earth advice on the themes of fashion and redesigning the home, sometimes in the form of replies to specific questions submitted by readers

Pubblicato
2017-11-13
Come citare
MORANDINI, Maria Cristina. Il boom economico sulle rivise degli insegnanti: uno sguardo alle pubblicità. Rivista di Storia dell‘Educazione, [S.l.], v. 4, n. 2, nov. 2017. ISSN 2384-8294. Disponibile all'indirizzo: <https://rivistadistoriadelleducazione.it/index.php/RSE/article/view/66>. Data di accesso: 22 gen. 2018 doi: https://doi.org/10.4454/rse.v4i2.66.
Sezione
Dossier monografico