L'accoglienza dei profughi al memoriale della Shoah di Milano. La funzione educativa della memoria

  • Stefano Pasta
##plugins.pubIds.doi.readerDisplayName## https://doi.org/10.4454/rse.v4i1.21

Abstract

Nel 2015 e 2016, la Fondazione Memoriale della Shoah e la Comunità di Sant’Egidio hanno allestito nei locali del Memoriale nei sotterranei del Binario 21 della Stazione Centrale di Milano un’accoglienza per alcune migliaia di profughi in transito per Milano verso il Nord Europa. Per molti milanesi – tanti i giovani coinvolti – il Memoriale e l’incontro con i profughi hanno avuto una funzione educativa, che ha interrogato molto chi si occupa di didattica della Shoah. L’azione del Memoriale colpisce anche perché si colloca in un più generale silenzio dei musei delle migrazioni e dei luoghi di memoria di fronte al flusso di profughi verso l’Europa.

Pubblicato
2017-06-27
Come citare
PASTA, Stefano. L'accoglienza dei profughi al memoriale della Shoah di Milano. La funzione educativa della memoria. Rivista di Storia dell‘Educazione, [S.l.], v. 4, n. 1, giu. 2017. ISSN 2384-8294. Disponibile all'indirizzo: <https://rivistadistoriadelleducazione.it/index.php/RSE/article/view/21>. Data di accesso: 15 dic. 2017 doi: https://doi.org/10.4454/rse.v4i1.21.
Sezione
Dossier monografico