Echi del Sessantotto in una scuola elementare genovese

  • Piero Fossati studioso indipendente
##plugins.pubIds.doi.readerDisplayName## https://doi.org/10.4454/rse.v5i1.112

Abstract

Nell’archivio di una scuola elementare sono stati ritrovati documenti che stavano per essere distrutti. Erano 435 relazioni, scritte da 145 insegnanti diversi (maschi e femmine), in ottemperanza alla legge 24.12.1957, n. 1254, sulla non ammissione alla classe successiva dei loro alunni. Si riferivano al periodo tra il 1960 e il 1979 con la mancanza di tre anni: 1966/67, 1975/76, 1976/77.


Il periodo comprende il famoso Sessantotto e l’entrata in vigore degli Organi collegiali. Si è indagato se fosse possibile capire, attraverso l’analisi di quei documenti, in che modo e quanto le incisive vicende di quel tempo avessero influito sul modo di far scuola di quegli insegnanti elementari intorno a selezione, metodi di insegnamento, recupero alunni difficili, inserimento disabili, tempo pieno, ruolo delle famiglie.


In qualche caso è stato possibile mettere in rapporto i documenti delle non ammissioni con l’entrata in funzione degli Organi collegiali nella scuola.

Pubblicato
2018-06-13
Come citare
FOSSATI, Piero. Echi del Sessantotto in una scuola elementare genovese. Rivista di Storia dell‘Educazione, [S.l.], v. 5, n. 1, giu. 2018. ISSN 2384-8294. Disponibile all'indirizzo: <https://rivistadistoriadelleducazione.it/index.php/RSE/article/view/112>. Data di accesso: 16 lug. 2018 doi: https://doi.org/10.4454/rse.v5i1.112.
Sezione
Miscellanea